Amundi amplia la gamma di ETF ESG con due esposizioni azionarie

Amundi amplia la gamma di ETF ESG con due esposizioni azionarie

Milano, Italia,

Amundi, primo asset manager europeo e leader europeo degli ETF, conferma il proprio impegno nell’offrire agli investitori una gamma di prodotti ESG sempre più ampia e annuncia la conversione di due dei suoi principali ETF azionari (sugli indici CAC 40 e STOXX Europe 600), che integrano ora i criteri ESG. Questa iniziativa rientra nel Projet Sociétal del Gruppo Crédit Agricole e nel suo impegno a favore del clima.

 

Milano – 07 aprile 2022 Amundi, primo asset manager europeo e leader europeo degli ETF[1], conferma il proprio impegno nell’offrire agli investitori una gamma di prodotti ESG sempre più ampia e annuncia la conversione di due dei suoi principali ETF azionari (sugli indici CAC 40 e STOXX Europe 600), che integrano ora i criteri ESG. Questa iniziativa rientra nel Projet Sociétal del Gruppo Crédit Agricole e nel suo impegno a favore del clima.

A partire dal 21 marzo 2022, l’Amundi CAC 40 UCITS ETF DR è diventato Amundi CAC 40 ESG UCITS ETF DR. L'ETF replica l’indice CAC 40 ESG e consente agli investitori di esporsi alle principali 40 azioni  francesi che dimostrano solide pratiche ambientali, sociali e di governance, selezionate dal paniere di titoli che compongono l'indice CAC Large 60, attraverso un rigoroso screening basato su esclusioni e un approccio best-in-class[2]. Questo ETF ha un'impronta di carbonio ponderata ridotta, e il suo rapporto green-to-brown[3] migliore agevola la transizione verso investimenti low carbon. Con 1,2 miliardi di euro di patrimonio in gestione, si tratta del più grande ETF con tale esposizione disponibile sul mercato[4].

A partire dalla stessa data, l’Amundi Stoxx Europe 600 UCITS ETF è diventato Amundi Stoxx Europe 600 ESG UCITS ETF DR. L’ETF, commercializzato in Italia esclusivamente per la clientela professionale, replica l’indice STOXX Europe 600 ESG Broad Market e consente agli investitori di esporsi alle azioni dei Paesi europei sviluppati, selezionando dall’indice STOXX Europe 600 l’80% delle azioni con il punteggio ESG più elevato. Gli emittenti coinvolti in pratiche controverse sono esclusi[5].

Entrambi gli ETF sono ora classificati secondo l’articolo 8 del Regolamento SFDR dell’UE[6].

Arnaud Llinas, Head of ETF, Indexing & Smart Beta di Amundi, ha commentato: “Gli investitori sono sempre più alla ricerca di nuove opzioni per riorientare i loro portafogli verso gli investimenti responsabili. Queste evoluzioni nella nostra gamma di ETF riflettono il nostro impegno ad accompagnare gli investitori nella loro transizione ESG”.

Lista prodotti

Nome precedente

Nuovo nome

Spese correnti*

ISIN

AMUNDI CAC 40 UCITS ETF DR – EUR (C)

AMUNDI CAC 40 ESG UCITS ETF DR – EUR (C)

0,25%

LU1681046931

CAC 40 Index

CAC 40 ESG Index

AMUNDI STOXX EUROPE 600 UCITS ETF – EUR (C)

AMUNDI STOXX EUROPE 600 ESG UCITS ETF DR – EUR (C)**

0,18%

LU1681040223

STOXX Europe 600 Index

STOXX EUROPE 600 ESG Broad Market Index

* Spese correnti annuali, tasse incluse. Le spese correnti rappresentano le commissioni addebitate al fondo su base annuale. Qualora il fondo non abbia ancora chiuso il primo bilancio annuale, le spese correnti vengono stimate. In caso di negoziazione di ETF potrebbero essere addebitati costi di transazione e commissioni.

**Commercializzato in Italia esclusivamente per la clientela professionale.

Footnotes

 

  1. ^ [1] Fonte: Amundi, al 31/12/2021.
  2. ^ [2] Tra le esclusioni settoriali troviamo le armi controverse, le armi da fuoco civili, l'estrazione di carbone termico, la produzione di energia a carbone, le sabbie bituminose, il petrolio e il tabacco. Ulteriori dettagli sulla politica di investimento sono disponibili sul sito web del fornitore dell'indice: www.euronext.com.
  3. ^ [3] Il rapporto tra la parte di investimenti che finanzia le attività a favore della transizione verso un’economia low carbon e quella delle attività che sono in ritardo sulla transizione verso un’economia low carbon.
  4. ^ [4] Fonte: Amundi ETF, Indexing & Smart Beta, Bloomberg, dati al 28/03/2022.
  5. ^ [5] Sono esclusi gli emittenti coinvolti in armi controverse, tabacco, carbone termico o contratti militari. Ulteriori dettagli sulla politica di investimento sono disponibili sul sito web del fornitore dell'indice: www.stoxx.com.
  6. ^ [6] SFDR “Sustainable Finance Disclosure Regulation” - Regolamento UE n. 2019/2088. Regolamento dell'Unione europea che richiede, tra l'altro, la classificazione dei prodotti finanziari in base alla loro intensità di ESG. Un fondo è denominato "articolo 8" se promuove caratteristiche ESG in combinazione con altri obiettivi finanziari, o "articolo 9" quando ha un obiettivo di investimento sostenibile. Qualsiasi fondo che non sia conforme alle due categorie precedenti è un fondo "articolo 6".

Il presente documento è rivolto esclusivamente ai giornalisti e agli operatori qualificati dei media.

Il presente documento non è rivolto ad alcuna «U.S. Person» come definita nel U.S. «Regulation S» della Securities and Exchange Commission ai sensi dello US Securities Act del 1933 e del Prospetto.

I Fondi citati nel presente documento (di seguito “Fondi”) sono gestiti da Amundi Luxembourg SA, autorizzata in Lussemburgo e regolamentata dalla Commission de Surveillance du Secteur Financier, Luxembourg.

Non vi è garanzia di rendimento positivo o di restituzione del capitale iniziale.

Le informazioni riportate nel presente documento non costituiscono una raccomandazione, un'offerta o un invito ad acquistare o vendere e non devono essere interpretate come tali in nessun caso.

Leggere attentamente KIID e Prospetto, disponibili sul sito internet www.amundietf.com o su richiesta, presso la società di gestione.

Il presente documento non può altresì essere utilizzato per lo svolgimento di attività pubblicitaria.

L'investimento nei Fondi comporta un sostanziale grado di rischio (i rischi sono descritti nel KIID e nel Prospetto). I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri e non vi è garanzia di ottenere uguali rendimenti per il futuro.

La politica di trasparenza e le informazioni sulla composizione del patrimonio dei Fondi sono disponibili su amundietf.it. Il valore patrimoniale netto indicativo è pubblicato dalle Borse. Le quote acquistate sul mercato secondario di solito non possono essere rivendute direttamente ai Fondi.

In caso di negoziazione di ETF potrebbero essere addebitati costi di transazione e commissioni.

Informazioni aggiornate a aprile 2022.

Amundi ETF rappresenta l’attività in ETF di Amundi Asset Management (SAS).

Amundi Asset Management, société par actions simplifiée francese. Società di gestione autorizzata dall'Autorité des Marchés Financiers ("AMF") con il n° GP 04000036 - Sede sociale: 90 boulevard Pasteur 75015 Paris, France – 437 574 452 RCS Paris.

Il presente documento non può essere riprodotto, distribuito a terzi o pubblicato, in tutto o in parte, senza la preventiva autorizzazione scritta di Amundi. 

File allegato
download.success
Unfortunately, it seems that we had a small technical problem. Can you try your luck again?
A proposito di Amundi

A proposito di Amundi

Primo asset manager europeo fra i primi 10 operatori a livello mondiale[1], Amundi propone ai suoi 100 milioni di clienti - privati, istituzionali e corporate - una gamma completa di soluzioni di risparmio e di investimento in gestione attiva e passiva, in asset tradizionali o reali.

Grazie alle sei piattaforme di gestione internazionali[2], alle capacità di ricerca finanziaria ed extra-finanziaria ed all’impegno di lunga data nell’investimento responsabile, Amundi è un nome di riferimento nel settore dell’asset management.

I clienti di Amundi possono contare sulle competenze e sulla consulenza di 5.300 professionisti[3] in oltre 35 paesi. Controllata del gruppo Crédit Agricole, Amundi è quotata in Borsa e gestisce oggi AUM per oltre 2.000 miliardi di euro[4].

Amundi, un partner di fiducia che lavora ogni giorno nell’interesse dei suoi clienti e della società

www.amundi.com    

Footnotes

 

  1. ^ [1] Fonte: IPE “Top 500 Asset Managers” pubblicato a giugno 2021, sulla base delle masse in gestione al 31/12/2020
  2. ^ [2] Boston, Dublino, Londra, Milano, Parigi e Tokyo
  3. ^ [3] Organico interno consolidato Amundi e Lyxor al 01/01/2022
  4. ^ [4] Dati Amundi, compreso Lyxor, al 31/12/2021

Una domanda specifica? Una curiosità? Contattaci!

Siti web amundi