Amundi istituisce l’Amundi Institute

Amundi istituisce l’Amundi Institute

Milano, Italia,

In un mondo sempre più complesso e in evoluzione, gli investitori hanno manifestato la stringente necessità di comprendere meglio il proprio contesto e l'evoluzione delle pratiche di investimento per definire la propria asset allocation e contribuire alla costruzione dei propri portafogli. Questo contesto comprende le dimensioni economica, finanziaria, geopolitica, sociale e ambientale. Per rispondere a questa esigenza, Amundi ha creato l'Amundi Institute.

Milano, 16 febbraio 2022 - In un mondo sempre più complesso e in evoluzione, gli investitori hanno manifestato la stringente necessità di comprendere meglio il proprio contesto e l'evoluzione delle pratiche di investimento per definire la propria asset allocation e contribuire alla costruzione dei propri portafogli. Questo contesto comprende le dimensioni economica, finanziaria, geopolitica, sociale e ambientale. Per rispondere a questa esigenza, Amundi ha creato l'Amundi Institute.

L'obiettivo dell'Amundi Institute consiste nel rafforzare la consulenza, la formazione e il dialogo quotidiano su questi temi con tutti i suoi clienti – distributori, istituzioni e imprese - a prescindere dalle attività che Amundi gestisce per loro conto. Questa nuova divisione riunisce le attività di ricerca, strategia di mercato e consulenza in materia di asset allocation nell'ambito dell’Amundi Institute.

L’Amundi Institute sarà inoltre responsabile della diffusione delle convinzioni e delle raccomandazioni in materia di investimenti e di costruzione del portafoglio di Amundi, favorendo in tal modo la sua leadership in questi settori.

Questa nuova linea di business continuerà a supportare i team di gestione degli investimenti e contribuirà a rafforzare i loro standard di eccellenza. Amundi ha masse in gestione superiori ai 2.000 miliardi di euro che vanno dalla gestione attiva (quotata e non quotata) alla gestione passiva, compresa la gestione di fondi di mercato monetario e gli investimenti alternativi.

Con un organico iniziale di circa 60 persone, l'Amundi Institute sarà presto rafforzato per conseguire questi nuovi obiettivi.

Pascal Blanqué, nominato Presidente dell'Amundi Institute, sarà responsabile di questa nuova linea di business.

Sarà affiancato da Monica Defend, che sarà Responsabile (Head) dell'Amundi Institute. Vincent Mortier succederà a Pascal in qualità di Responsabile Investimenti (CIO, Chief Investment Officer) di Amundi. Matteo Germano, Responsabile (Head) della piattaforma di Investimenti Multi-Asset, sarà Vice Responsabile degli Investimenti (Deputy Chief Investment Officer) di Amundi.

Pascal Blanqué, Presidente dell'Amundi Institute e membro del Comitato Esecutivo di Amundi, ha dichiarato: "Inflazione, problemi ambientali, tensioni geopolitiche... sono in atto molti cambiamenti strutturali nel regime. Gli investitori si aspettano un dialogo più approfondito e una consulenza più sofisticata per creare portafogli più solidi".

Vincent Mortier, Chief Investment Officer di Amundi, ha aggiunto: "La costituzione dell'Amundi Institute migliorerà il contributo della ricerca a tutte le attività di gestione di Amundi, in modo che possano continuare a generare soluzioni di investimento che diano risultati di alto livello nel lungo periodo, adattate alle esigenze specifiche di ciascun cliente e tenendo conto di tutti i parametri di un contesto sempre più complesso."

Pascal Blanqué, Presidente dell'Amundi Institute e membro del Comitato di Direzione Generale e del Comitato Esecutivo di Amundi

Pascal Blanqué ricopre gli incarichi di Group Chief Investment Officer e Head of the investment management platforms dal 2005. E’ stato anche Global Head of Institutional Business and Third Party Distributors dal 2010 al 2017. Pascal è entrato nel gruppo Crédit Agricole nel 2000 in qualità di Chief Economist. Prima di Crédit Agricole, Pascal è stato Deputy Director of Economic Research in Paribas (1997-2000) dopo quattro anni di attività presso il dipartimento di asset allocation strategica di Paribas Asset Management a Londra (1992-1996). Ha iniziato la sua carriera nel 1991 nell’ambito del wealth management per clienti istituzionali e privati in Paribas.

Come economista e storico, Pascal è autore di diversi contributi. I suoi interessi di ricerca e il suo lavoro accademico si concentrano su questioni monetarie, sul funzionamento dei mercati finanziari e sulla filosofia economica. È membro di diversi think tank, come la "Société d’Economie politique" e il Club 300, ed anche del MSCI Advisory Council e del Bretton Woods Committee.

Pascal ha ottenuto il riconoscimento come “European CIO of the Year” nel 2013, 2018 e 2021 da Funds Europe Magazine e ha ricevuto l’Institutional Investor Manager Lifetime Achievement Award nel 2016. Il suo libro intitolato 10 weeks into Covid 19 - Psyche, Money, Narratives – an interpretation of the crisis ha vinto nel 2022 il Turgot Financial Economy Prize.

Pascal ha studiato presso l’Ecole Normale Supérieure. Si è laureato presso l’Institut d’Etudes Politiques e ha conseguito un dottorato in Finanza presso l’Università Paris-Dauphine.

Monica Defend, Head of Amundi Institute

Monica ricopre la carica di Global Head of Research di Amundi dal 2019. In precedenza è stata Deputy Head of Group Research e membro del Global Investment Committee di Amundi dal 2017. Nel suo ruolo, contribuisce a definire la strategia di investimenti di Amundi sui mercati finanziari. Prima del suo attuale incarico, è stata Global Head of Asset Allocation Research e in precedenza responsabile del team di Ricerca Quantitativa di Pioneer Investments. Monica è entrata nell’industria finanziaria nel 1997 dopo un periodo di permanenza all’Università Bocconi come assistente al corso di Econometria Avanzata.

Monica ha conseguito il Master in Economics (Università Bocconi) e il Master in Financial Economics presso la London Business School e l’Università Bocconi.

Il presente documento è rivolto esclusivamente ai giornalisti e agli operatori qualificati dei media.

Il presente documento ha finalità informative e non è diretto a investitori né alle “US Person” così come definite nel U.S. «Regulation S» della Securities and Exchange Commission.  Esso non costituisce in alcun modo, né deve essere inteso come, una raccomandazione di investimento, un’offerta di acquisto o vendita di strumenti finanziari, una proposta contrattuale o un documento promozionale e pertanto ne è vietata qualsiasi diffusione al pubblico. Il presente documento non può essere utilizzato per lo svolgimento di attività pubblicitaria. Eventuali dati riferiti a performance passate non sono un indicatore attendibile di performance attuali o future.  Il presente documento non può essere riprodotto, distribuito a terzi o pubblicato, in tutto o in parte, senza la preventiva autorizzazione di Amundi. Si declina qualsiasi responsabilità in caso di qualsivoglia perdita, diretta o indiretta, derivante dall’affidamento alle opinioni o dall’uso delle informazioni ivi contenute.  Investire comporta dei rischi. Leggere la documentazione relativa allo strumento finanziario oggetto dell'operazione, la cui sussistenza è disposta dalla applicabile normativa di legge e regolamentare tempo per tempo vigente.

Le informazioni contenute nel presente documento sono ritenute accurate alla data della sua redazione e possono essere modificate in qualsiasi momento senza preavviso. Qualunque riproduzione, totale o parziale, del presente documento richiede la preventiva autorizzazione scritta di Amundi.

File allegato
download.success
Unfortunately, it seems that we had a small technical problem. Can you try your luck again?
A proposito di Amundi

A proposito di Amundi

Primo asset manager europeo fra i primi 10 operatori a livello mondiale[1], Amundi propone ai suoi 100 milioni di clienti - privati, istituzionali e corporate - una gamma completa di soluzioni di risparmio e di investimento in gestione attiva e passiva, in asset tradizionali o reali.

Grazie alle sei piattaforme di gestione internazionali[2], alle capacità di ricerca finanziaria ed extra-finanziaria ed all’impegno di lunga data nell’investimento responsabile, Amundi è un nome di riferimento nel settore dell’asset management.

I clienti di Amundi possono contare sulle competenze e sulla consulenza di 5.300 professionisti in 35 paesi. Controllata del gruppo Crédit Agricole, Amundi è quotata in Borsa e gestisce oggi AUM per oltre 2.000 miliardi di euro[3].

Amundi, un partner di fiducia che lavora ogni giorno nell’interesse dei suoi clienti e della società

www.amundi.com    

Footnotes

 

  1. Fonte: IPE “Top 500 Asset Managers” pubblicato a giugno 2021, sulla base delle masse in gestione al 31/12/2020
  2. Boston, Dublino, Londra, Milano, Parigi e Tokyo
  3. Dati Amundi, compreso Lyxor, al 31/03/2022

Una domanda specifica? Una curiosità? Contattaci!

Siti web amundi