Amundi lancia Amundi Funds Emerging Markets Equity ESG Improvers

Amundi lancia Amundi Funds Emerging Markets Equity ESG Improvers

Milano, Italia,

Il fondo ha per obiettivo la generazione di alfa responsabile attraverso l’identificazione dei vincitori ESG di domani nei paesi emergenti

Milano, 27 luglio 2022 – Amundi, primo asset manager europeo[1], annuncia il lancio di Amundi Funds Emerging Markets Equity ESG Improvers, un fondo a gestione attiva che intende concentrarsi su quelle aziende che dimostrano di avere caratteristiche ESG in miglioramento e che presentano un forte potenziale di crescita in termini di sostenibilità. Con questo nuovo fondo, il primo all’interno della gamma ad offrire un’esposizione ai mercati emergenti, l’offerta ESG Improvers si compone di 6 fondi[2].

Amundi Funds Emerging Markets Equity ESG Improvers investirà, con un approccio di gestione attiva, in un ampio portafoglio diversificato[3] di 90-120 azioni dei mercati emergenti globali di varie capitalizzazioni, focalizzandosi sul percorso di crescita collegato ai fattori ESG, integrando l’analisi ESG con quella fondamentale. In linea con la filosofia alla base della gamma ESG Improvers fin dal suo lancio nel 2021, il fondo mira ad implementare una visione di lungo periodo in ambito ESG[4]. L'attività di engagement sarà una componente chiave, con l’obiettivo di andare oltre la metodologia statica basata su dati e punteggio ESG, interagendo piuttosto con aziende con un profilo ESG attualmente basso ma in miglioramento, al fine di conseguire un impatto maggiore sugli investimenti e di aiutare queste aziende a raggiungere un punteggio ESG più elevato[5].

Il fondo sarà co-gestito da Deirdre Maher, Head of Frontier Markets, e Andrea Salvatori, Senior Portfolio Manager - Head of ESG Strategies Emerging Markets di Amundi.

Il team Emerging Markets di Amundi gestisce oltre 41 miliardi di euro[6] di asset, adottando un esclusivo approccio trasversale per asset class basato sull’interazione tra i team Fixed Income e Equity al fine di acquisire un quadro completo degli investimenti nei mercati emergenti. Riteniamo che questo approccio a 360 gradi permetta ai team d'investimento di comprendere l'intero costo del capitale, aiutandoli ad individuare e generare opportunità d'investimento peculiari.

ESG Improvers

In qualità di pioniere degli investimenti responsabili, Amundi gestisce oltre 834 miliardi di euro di investimenti responsabili, con oltre 13.500 emittenti valutati in base a criteri ESG[7]. Il processo di analisi ESG di Amundi sarà pienamente integrato nell'approccio di investimento del fondo.

Yerlan Syzdykov, Head of Emerging Markets di Amundi, ha dichiarato: "I mercati emergenti partono da un livello più basso per quanto riguarda il loro percorso ESG. Mentre i temi ESG diventano più prevalenti nei mercati in via di sviluppo, combinando il nostro approccio trasversale alle asset class negli investimenti nei mercati emergenti e le forti capacità di engagement con le aziende, crediamo di poter offrire agli investitori un'opportunità distintiva per generare alfa responsabile e ottenere un impatto tangibile sui loro investimenti. Siamo lieti di ampliare la gamma ESG Improvers di Amundi con questa nuova soluzione d’investimento dedicata ai mercati emergenti".

Il fondo è disponibile all'interno della SICAV Amundi Funds ed è attualmente registrato nei seguenti paesi: Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Italia, Lussemburgo, Norvegia e Svezia.

Rischi principali*

  • Rischio della controparte
  • Rischio paese – Cina
  • Rischio valutario
  • Rischio di default
  • Rischio dei derivativi
  • Rischio dei mercati emergenti
  • Rischio azionario
  • Rischio di copertura
  • Rischio del fondo d’investimento
  • Rischio di liquidità
  • Rischio di gestione
  • Rischio di mercato
  • Rischio operativo
  • Rischio degli investimenti sostenibili
  • Uso di tecniche e strumenti

* Per maggiori informazioni consultare la sezione “Descrizione dei rischi” nel Prospetto del fondo.

Footnotes

 

  1. ^ [1] Fonte: IPE “Top 500 Asset Managers”, pubblicato a giugno 2021, sulla base delle masse in gestione al 31/12/2021.
  2. ^ [2] Fondi lanciati ad oggi all’interno della grama ESG Improvers: Amundi Funds European Equity ESG Improvers, Amundi Funds Global Equity ESG Improvers, Amundi Funds Pioneer US Equity ESG improvers, Amundi Funds Global Corporate ESG Improvers Bond, Amundi Funds Pioneer Global High Yield ESG Improvers Bond.
  3. ^ [3] La diversificazione non garantisce un profitto né protegge da perdite.
  4. ^ [4] La decisione di investire deve tener conto di tutte le caratteristiche e gli obiettivi del Fondo, descritti nel relativo Prospetto. Ulteriori informazioni sugli investimenti responsabili sono disponibili al seguente indirizzo https://www.amundi.it/investitori_privati/Partner-Responsabile/Perche-scegliere-Amundi-come-partner-responsabile.
  5. ^ [5] L'aumento dei punteggi ESG non è necessariamente correlato all'aumento delle performance né del potenziale di performance.
  6. ^ [6] Fonte: Dati Amundi al 31 marzo 2022.
  7. ^ [7] Fonte: Dati Amundi al 31 marzo 2022.

Il presente documento è rivolto esclusivamente ai giornalisti e agli operatori qualificati dei media per finalità editoriali indipendenti. Le informazioni contenute nel presente documento sono relative a Amundi Funds Emerging Markets Equity ESG Improvers e sono fornite esclusivamente per consentire a giornalisti, professionisti dei media e media di avere una panoramica su Amundi Funds Emerging Markets Equity ESG Improvers. Il presente documento ha finalità informative e non è diretto a investitori né alle “US Person” così come definite nel U.S. «Regulation S» della Securities and Exchange Commission.  Esso non costituisce in alcun modo, né deve essere inteso come, una raccomandazione di investimento, un’offerta di acquisto o vendita di strumenti finanziari, una proposta contrattuale o un documento promozionale e pertanto ne è vietata qualsiasi diffusione al pubblico.

Il presente documento non è una comunicazione di marketing e non può essere utilizzato per lo svolgimento di attività pubblicitaria. Eventuali dati riferiti a performance passate non sono un indicatore attendibile di performance attuali o future.  Il presente documento non può essere riprodotto, distribuito a terzi o pubblicato, in tutto o in parte, senza la preventiva autorizzazione di Amundi. Si declina qualsiasi responsabilità in caso di qualsivoglia perdita, diretta o indiretta, derivante dall’affidamento alle opinioni o dall’uso delle informazioni ivi contenute.  Investire comporta dei rischi. Leggere la documentazione relativa allo strumento o prodotto finanziario oggetto dell'operazione, la cui sussistenza è disposta dalla applicabile normativa di legge e regolamentare tempo per tempo vigente. Le informazioni contenute nel presente documento sono ritenute accurate alla data della sua redazione e possono essere modificate in qualsiasi momento senza preavviso. Questo materiale si basa su fonti che Amundi considera affidabili al momento della redazione

File allegato
download.success
Unfortunately, it seems that we had a small technical problem. Can you try your luck again?
A proposito di Amundi

A proposito di Amundi

Primo asset manager europeo fra i primi 10 operatori a livello mondiale[1], Amundi propone ai suoi 100 milioni di clienti - privati, istituzionali e corporate - una gamma completa di soluzioni di risparmio e di investimento in gestione attiva e passiva, in asset tradizionali o reali.

Grazie alle sei piattaforme di gestione internazionali[2], alle capacità di ricerca finanziaria ed extra-finanziaria ed all’impegno di lunga data nell’investimento responsabile, Amundi è un nome di riferimento nel settore dell’asset management.

I clienti di Amundi possono contare sulle competenze e sulla consulenza di 5.400 professionisti in 35 paesi. Controllata del gruppo Crédit Agricole, Amundi è quotata in Borsa e gestisce oggi AUM di quasi 1.900 miliardi di euro[3].

Amundi, un partner di fiducia che lavora ogni giorno nell’interesse dei suoi clienti e della società

www.amundi.com    

 

Footnotes

 

  1. Fonte: IPE “Top 500 Asset Managers” pubblicato a giugno 2022, sulla base delle masse in gestione al 31/12/2021
  2. Boston, Dublino, Londra, Milano, Parigi e Tokyo
  3. Dati Amundi, compreso Lyxor, al 30/09/2022

Una domanda specifica? Una curiosità? Contattaci!

Siti web amundi