Amundi lancia un fondo di private debt a impatto con impegni di investimento per 650 milioni di euro

Amundi lancia un fondo di private debt a impatto con impegni di investimento per 650 milioni di euro

Milano, Italia,

Amundi Senior Impact Debt IV

Milano, 9 Settembre 2021 - Amundi, primo asset manager europeo[1], ha lanciato la quarta edizione della sua principale strategia di private debt, Amundi Senior Impact Debt IV. Questo fondo è dedicato al finanziamento di società mid-cap in Francia e in Europa che hanno dimostrato performance e resilienza nel periodo pre-Covid e ha già raccolto impegni per 650 milioni di euro da parte di investitori di lunga data.

Sulla base del successo del fondo precedente, Amundi Senior Debt III, che ha raccolto 915 milioni di euro[2], questo nuovo fondo segue la stessa strategia offrendo agli investitori un'esposizione diversificata al mercato del debito societario privato senior. Classificata come articolo 8 del Regolamento SFDR[3], la strategia si concentrerà sul finanziamento ad impatto, incentivando le imprese a raggiungere i loro obiettivi ESG come definiti al momento dell'investimento.

Destinato esclusivamente agli investitori istituzionali, il fondo Amundi Senior Impact Debt IV sarà investito esclusivamente in debito privato senior denominato in Euro di circa 40 società, attive in diversi settori nell'Unione Europea[4]. Offrirà finanziamenti a lungo termine, da 10 a 100 milioni di euro ciascuno, con l’obiettivo di sostenere le mid-cap attraverso i loro percorsi di risanamento commerciale e piani di espansione, con le relative sfide come la rilocalizzazione in Europa di attività produttive strategiche, il sostegno alla transizione ambientale e l'adattamento a nuove modalità di consumo.

Oltre ai tradizionali covenant finanziari, la maggior parte dei finanziamenti saranno caratterizzati da clausole di tipo extra-finanziario o di impatto. Queste saranno predisposte insieme al management dell'azienda al fine di definire gli assi portanti del miglioramento per ciascuna impresa (riduzione dell'impronta di carbonio, creazione di posti di lavoro, istruzione e formazione, governance...). Queste clausole di impatto consentiranno alle aziende di adeguare, al rialzo o al ribasso, i propri costi di finanziamento.

Con 8 miliardi di euro investiti in più di 180 aziende dal 2012[5], Amundi Private Debt è un leader del settore con una comprovata esperienza e un accesso privilegiato alle mid-cap francesi ed europee (oltre 250 opportunità all'anno) grazie ad una consolidata rete commerciale e ad operazioni di successo. Queste aziende sono sottoposte a un rigoroso processo di selezione basato su criteri sia finanziari che extra-finanziari, in linea con la politica ESG[6] di Amundi, e sono supportate durante tutto il processo di investimento per migliorare le loro performance.

Thierry Vallière, Head of Private Debt di Amundi, ha dichiarato: "Abbiamo lanciato la quarta edizione di Amundi Senior Impact Debt IV con la stessa filosofia di investimento dei fondi precedenti, che hanno dimostrato le loro qualità durante la recente crisi sanitaria. Il fondo si concentrerà sul debito senior puro, con un quadro di gestione del rischio[7] compatibile con il profilo di ciascuna società, la presenza sistematica di covenant finanziari e una particolare attenzione ai fattori ESG, ovvero con l'integrazione di accordi di impatto per la maggior parte dei finanziamenti, oltre al sostegno alle imprese per le loro sfide ESG. Confidiamo nella nostra capacità, dimostrata in ciascuna delle precedenti edizioni dei fondi, di implementare e costruire rapidamente portafogli diversificati e resilienti per i nostri investitori."

Amundi Senior Impact Debt IV è una SICAV-RAIF lussemburghese, commercializzata esclusivamente ad investitori istituzionali in Francia, Germania, Austria, Belgio, Danimarca, Spagna, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Svezia, Norvegia e Finlandia.

Questa edizione ha un obiettivo lordo di TIR (Tasso interno di rendimento) del 4,5%[8].

Amundi Senior Impact Debt IV ha già raccolto 650 milioni di euro da investitori di lungo periodo e continua a raccogliere fondi con un obiettivo di oltre 1 miliardo di euro. L'investimento minimo è di 3 milioni di euro.

 

Footnotes

 

  1. ^ [1] Fonte: IPE “Top 500 Asset Managers” pubblicato a giugno 2021, sulla base delle masse in gestione al 31/12/2020
  2. ^ [2] Dati Amundi al 30/06/2021
  3. ^ [3] Regolamento (UE) 2019/2088 del Parlamento europeo e del Consiglio del 27 novembre 2019 relativo all’informativa sulla sostenibilità nel settore dei servizi finanziari.
  4. ^ [4] Escluse istituzioni finanziarie e compagnie di assicurazione
  5. ^ [5] Dati Amundi al 30/06/2021
  6. ^ [6] E’ possibile consultare la Carta dell’Investimento Responsabile di Amundi Private Debt al seguente link: https://www.amundi.fr/fr_instit/Expertises/Actifs-Reels-Alternatifs/Dette-Privee
  7. ^ [7] Come i rischi di credito e di liquidità
  8. ^ [8] Tutti gli investimenti comportano il rischio di perdita del capitale investito. Non vi è alcuna garanzia che tale obiettivo sarà raggiunto. I rendimenti lordi saranno influenzati dai diversi costi.

Il presente documento è rivolto esclusivamente ai giornalisti e agli operatori qualificati dei media.

Il presente documento ha finalità informative e non è diretto a investitori né alle “US Person” così come definite nel U.S. «Regulation S» della Securities and Exchange Commission. Esso non costituisce in alcun modo, né deve essere inteso come, una raccomandazione di investimento, un’offerta di acquisto o vendita di strumenti finanziari, una proposta contrattuale o un documento promozionale e pertanto ne è vietata qualsiasi diffusione al pubblico. Il presente documento non può essere utilizzato per lo svolgimento di attività pubblicitaria. Eventuali dati riferiti a performance passate non sono un indicatore attendibile di performance attuali o future. Il presente documento non può essere riprodotto, distribuito a terzi o pubblicato, in tutto o in parte, senza la preventiva autorizzazione di Amundi. Si declina qualsiasi responsabilità in caso di qualsivoglia perdita, diretta o indiretta, derivante dall’affidamento alle opinioni o dall’uso delle informazioni ivi contenute. Investire comporta dei rischi. Leggere la documentazione relativa allo strumento finanziario oggetto dell'operazione, la cui sussistenza è disposta dalla applicabile normativa di legge e regolamentare tempo per tempo vigente.

Le informazioni contenute nel presente documento sono ritenute accurate alla data della sua redazione e possono essere modificate in qualsiasi momento senza preavviso. Qualunque riproduzione, totale o parziale, del presente documento richiede la preventiva autorizzazione scritta di Amundi.

File allegato
download.success
Unfortunately, it seems that we had a small technical problem. Can you try your luck again?
A proposito di Amundi

A proposito di Amundi

Primo asset manager europeo fra i primi 10 operatori a livello mondiale[1], Amundi propone ai suoi 100 milioni di clienti - privati, istituzionali e corporate - una gamma completa di soluzioni di risparmio e di investimento in gestione attiva e passiva, in asset tradizionali o reali.

Grazie alle sei piattaforme di gestione internazionali[2], alle capacità di ricerca finanziaria ed extra-finanziaria ed all’impegno di lunga data nell’investimento responsabile, Amundi è un nome di riferimento nel settore dell’asset management.

I clienti di Amundi possono contare sulle competenze e sulla consulenza di 5.300 professionisti in 35 paesi. Controllata del gruppo Crédit Agricole, Amundi è quotata in Borsa e gestisce oggi AUM per oltre 2.000 miliardi di euro[3].

Amundi, un partner di fiducia che lavora ogni giorno nell’interesse dei suoi clienti e della società

www.amundi.com    

Footnotes

 

  1. Fonte: IPE “Top 500 Asset Managers” pubblicato a giugno 2021, sulla base delle masse in gestione al 31/12/2020
  2. Boston, Dublino, Londra, Milano, Parigi e Tokyo
  3. Dati Amundi, compreso Lyxor, al 31/03/2022

Una domanda specifica? Una curiosità? Contattaci!

Siti web amundi