L'Università di Cambridge e l'Università di Oxford stipulano una collaborazione con Amundi per una soluzione che azzera le emissioni di combustibili fossili e low carbon

L'Università di Cambridge e l'Università di Oxford stipulano una collaborazione con Amundi per una soluzione che azzera le emissioni di combustibili fossili e low carbon

Milano, Italia,

  • Il Clare College dell'Università di Cambridge ha stretto una partnership con Amundi per azzerare le emissioni di carbonio relative alla componente investita in azioni delle dotazioni (endowments) ricevute 
  • La strategia mira a replicare la performance dell'Indice MSCI All Country World, escludendo le controversie, le riserve di combustibili fossili, le azioni del settore energetico e il carbone termico

 

  • Il Clare College dell'Università di Cambridge ha stretto una partnership con Amundi per azzerare le emissioni di carbonio relative alla componente investita in azioni delle dotazioni (endowments)[1] ricevute   
  • La strategia mira a replicare la performance dell'Indice MSCI All Country World[2], escludendo le controversie, le riserve di combustibili fossili, le azioni del settore energetico e il carbone termico

Milano, 18 novembre 2020 - Amundi, il più grande asset manager europeo[3], il Clare College dell’Università di Cambridge e il Corpus Christi College dell’Università di Oxford annunciano di aver siglato una partnership finalizzata a sviluppare una strategia indicizzata e personalizzata ESG per gestire la transizione finalizzata ad azzerare le emissioni di carbonio.

Questa strategia su misura è stata sviluppata da Amundi in collaborazione con i tesorieri di alcuni college dell'Università di Cambridge e dell'Università di Oxford. Si tratta di un cosiddetto “index-tracker”, efficiente dal punto di vista dei costi e progettato in dettaglio per offrire un migliore profilo di sostenibilità utile ad affrontare il rischio finanziario legato al cambiamento climatico.

La strategia mira a replicare la performance dell'indice MSCI ACWI, incorporando una serie di obiettivi incentrati sui fattori ESG:

  1. Rimuovere tutte le riserve di combustibili fossili, le azioni del settore energetico e il carbone termico presenti all'interno del portafoglio
  2. Cercare di migliorare in modo significativo i ricavi “verdi” e ridurre l'intensità delle emissioni di carbonio[4]
  3. Ridurre il rischio di esposizione a controversie[5]

La strategia prevede anche un'ottimizzazione fattoriale per gestire la deviazione dell’esposizione alle azioni value e ridurre il rischio di distorsioni (cd. bias) indesiderate, come la concentrazione di mercato.

Come per tutte le strategie indicizzate di Amundi, questa soluzione beneficerà delle capacità di engagement del Gruppo per quanto riguarda il dialogo su questioni ESG che avviene tra azionisti e società partecipate. L'attenzione all’engagement e al voto porta a un cambiamento sostenibile positivo a beneficio delle aziende, dei loro investitori e della società in generale.

Amundi e i team di investimento di Oxford e Cambridge lavoreranno insieme per far evolvere nel tempo la strategia in risposta alla continua evoluzione del panorama degli investimenti ESG. Questo approccio dinamico permetterà alla strategia di continuare ad essere ben posizionata per perseguire rendimenti ottimali ponderati per il rischio.

Amundi vanta una grande esperienza nello sviluppo e nella gestione di strategie personalizzate sul clima e sugli indici ESG per gli investitori di tutto il mondo e ha recentemente lanciato le prime strategie indicizzate in linea con l’obiettivo dei 2°C dell'Accordo di Parigi.

Paul Warren, Tesoriere del Clare College, Cambridge, ha dichiarato: “Il Clare College è entusiasta di migliorare il rendimento conseguibile dal fondo istituito per gestire le dotazioni1 in modo da continuare a sostenere la variegata popolazione studentesca e sviluppare il suo potenziale. La transizione della nostra quota azionaria verso questa soluzione svolgerà un ruolo importante nel raggiungimento di questo obiettivo, riducendo la nostra esposizione al rischio climatico. Amundi è stata accuratamente selezionata in base alla sua flessibilità, esperienza nella gestione di soluzioni per il clima e competenza nell'indicizzazione".

Ashley Fagan, Head of ETF, Indexing & Smart Beta Strategy & Business Development for UK & Ireland - Amundi, ha dichiarato: "Siamo lieti di collaborare con i college di Oxford e Cambridge nel lancio e nella gestione di una soluzione indicizzata ESG sviluppata su misura per soddisfare le esigenze dei fondi istituiti per gestire le dotazioni1. La strategia che abbiamo sviluppato insieme offre a tali fondi1, enti di beneficenza e investitori professionali del Regno Unito un approccio semplice ed economico per ridurre l'esposizione climatica nei loro portafogli nel lungo periodo".

Footnotes

 

  1. ^ [1] Definition of Endowment: university endowments are comprised of money or other financial assets that are donated to academic institutions.
  2. ^ [2] L’indice MSCI All Country World (MSCI ACWI) comprende una rappresentanza di grandi e medie imprese in 23 mercati sviluppati e 26 paesi dei mercati emergenti
  3. ^ [3] IPE “Top 500 asset manager” pubblicato a giugno 2020, sulla base delle masse gestite al 31/12/2019
  4. ^ [4] La strategia cercherà di aumentare i ricavi “verdi” del 50% e di ridurre l'intensità delle emissioni di carbonio del 30%
  5. ^ [5] Oltre all'esclusione delle riserve di combustibili fossili, del settore energetico e del carbone termico, la strategia esclude anche le società coinvolte in controversie significative (violazioni dell'UN Global Compact), le società coinvolte nella produzione o la vendita di armi controverse, società che ottengono poltre lo 0% dei loro ricavi/produzione di energia dal carbone termico, tabacco e intrattenimento per adulti.

Il presente documento è rivolto esclusivamente ai giornalisti e agli operatori qualificati dei media. Il presente documento non è diretto alle “US Person” così come definite nel U.S. «Regulation S» della Securities and Exchange Commission. Le informazioni contenute non costituiscono né possono essere considerate offerta al pubblico di strumenti finanziari o una raccomandazione riguardante strumenti finanziari; tali informazioni sono ritenute accurate alla data della redazione del presente documento e possono essere modificate in qualsiasi momento senza preavviso. Il presente documento non può essere utilizzato per lo svolgimento di attività pubblicitaria. Eventuali dati riferiti a performance passate non sono un indicatore attendibile di performance attuali o future. Prima di qualunque investimento, prendere attenta visione della documentazione relativa allo strumento finanziario oggetto dell'operazione, la cui sussistenza è disposta dalla applicabile normativa di legge e regolamentare tempo per tempo vigente.

Il presente documento non può essere riprodotto, distribuito a terzi o pubblicato, in tutto o in parte, senza la preventiva autorizzazione scritta di Amundi Asset Management (SAS).

Amundi Asset Management, “société par actions simplifiée” - SAS francese, con capitale sociale di 1.086.262.605 euro; società di gestione del portafoglio approvata dall’AMF e iscritta al numero GP 04000036. Sede legale: 90, boulevard Pasteur - 75015 Paris – France - 437 574 452 RCS Paris.

Amundi ETF è la denominazione dell’attività di ETF di Amundi Asset Management.

Disclaimer MSCI

I fondi, mandati o titoli qui menzionati non sono sponsorizzati, approvati o promossi da MSCI e MSCI non si assume alcuna responsabilità in relazione a tali fondi, mandati o titoli o qualsiasi indice su cui tali fondi o titoli sono basati. Gli indici MSCI sono di proprietà esclusiva di MSCI e non possono essere riprodotti, estratti né utilizzati per altri scopi senza il consenso di MSCI. Gli indici MSCI sono forniti senza garanzie di alcun tipo. Per maggiori informazioni, consultare www.msci.com.

File allegato
download.success
Unfortunately, it seems that we had a small technical problem. Can you try your luck again?
A proposito di Amundi

A proposito di Amundi

Primo asset manager europeo fra i primi 10 operatori a livello mondiale[1], Amundi propone ai suoi 100 milioni di clienti - privati, istituzionali e corporate - una gamma completa di soluzioni di risparmio e di investimento in gestione attiva e passiva, in asset tradizionali o reali.

Grazie alle sei piattaforme di gestione internazionali[2], alle capacità di ricerca finanziaria ed extra-finanziaria ed all’impegno di lunga data nell’investimento responsabile, Amundi è un nome di riferimento nel settore dell’asset management.

I clienti di Amundi possono contare sulle competenze e sulla consulenza di 4.500 professionisti in circa 40 paesi. Società fondata nel 2010 e quotata in Borsa alla fine del 2015, Amundi gestisce oggi AUM per oltre 1.650 miliardi di euro[3].

Footnotes

 

  1. ^ Fonte: IPE “Top 500 asset managers” pubblicato a giugno 2020, sulla base delle masse in gestione al 31/12/2019
  2. ^ Boston, Dublino, Londra, Milano, Parigi e Tokyo
  3. ^ Dati Amundi al 30/09/2020

Una domanda specifica? Una curiosità? Contattaci!

Siti web amundi